Paesi Bassi

Il Regno dei Paesi Bassi è una democrazia parlamentare guidata da un monarca costituzionale secondo il sistema di common law. Il Regno comprende una parte caraibica (le isole delle Piccole Antille di Aruba, Curacao e St Maarten) e il paese dell'Europa continentale dei Paesi Bassi (vero e proprio) situato nell'Europa nord-occidentale, che confina con il Mare del Nord a nord e ad ovest, il Belgio a sud e la Germania a est. I paesi dell'area caraibica del Regno adottano regimi fiscali autonomi.

IVA
21%

CIT
25,8%

SSC
28,15%

CIT = Corporate Income Tax - corrispondente all'IRPEG

SSC = Social Security Contribution - corrispondente alla Contribuzione Sociale (Dipendente + Datore di Lavoro)

Economia

L'economia olandese è nota per le sue relazioni industriali stabili, la disoccupazione e l'inflazione moderate, un considerevole avanzo delle partite correnti e svolge un ruolo importante come snodo dei trasporti europeo. Una nazione moderna e orientata ai servizi professionali, i Paesi Bassi sono anche un grande esportatore di prodotti agricoli. L'attività industriale è prevalentemente concentrata nella lavorazione degli alimenti, nei prodotti chimici, nella raffinazione del petrolio e nelle macchine elettriche. Un settore agricolo altamente meccanizzato impiega solo il 2% della forza lavoro, ma fornisce grandi eccedenze per l'industria alimentare e per le esportazioni.

La lunga storia del commercio si traduce in un'ambizione del governo di attrarre investimenti diretti esteri attraverso incentivi fiscali come la partecipation exemption, il regime della innovation box. Come parte dell'area di influenza della Renania, viene posta un'enfasi più forte di quella anglosassone sullo stato sociale. Nel sistema di common law, la legislazione generalmente prevale sulla giurisprudenza. Il sistema giudiziario funge da supporto ai rami legislativo ed esecutivo del governo.

Image by Max van den Oetelaar

Fiscalità

 

La tassazione delle persone fisiche

L'Olanda ha un sistema di tassazione dei redditi personali denominato "box system". I redditi sono suddivisi in tre categorie (box) ciascuna delle quali ha una specifica tassazione.
Box 1 - reddito imponibile da lavoro e da abitazione di proprietà.

In questa categoria rientrano i redditi da lavoro dipendente (ad esempio salari o profitti aziendali) e redditi da locazione tassati con aliquote progressive dal 36,5 al 52%;
Box 2 - reddito imponibile da un interesse sostanziale.

Vi rientrano i contribuenti titolari di almeno il 5% delle azioni di una società, opzioni o certificati di partecipazione agli utili. I proventi da tali tipologie di reddito sono tassati al 25%;
Box 3 - reddito imponibile da risparmio e investimenti.

Per questa terza categoria il contribuente paga un'imposta sul reddito del 30% sul rendimento fisso del 4% della base di risparmio e di investimento.
La normativa vigente riconosce poi al contribuente varie detrazioni e agevolazioni. In particolare crediti relativi all'imposta sul reddito e ai contributi per la previdenza sociale e altri crediti secondo le situazioni personali.

Contribuzione Sociale

I contributi assicurativi dei dipendenti e l'imposta sull'assicurazione nazionale sono applicabili ai redditi dei residenti e dei non residenti in base a una serie di normative diverse.

Imposta sull'assicurazione nazionale
In base alla normativa fiscale nazionale delle assicurazioni, i contributi sono riscossi sul reddito fino ad un massimo di 35.472 EUR. Allo stato attuale, il contributo è limitato a 9.808 EUR annui con diverse detrazioni. I contributi previdenziali pagati da un lavoratore dipendente non sono deducibili dal reddito imponibile. 

Contributo assicurativo dei dipendenti
In base alla normativa sull'assicurazione dei dipendenti, i contributi devono essere versati sul reddito fino ad un massimo di 59.706 EUR. L'aliquota contributiva dipende dal settore del datore di lavoro, ma in media i contributi annui interamente a carico del datore di lavoro ammontano a 7.027 euro per un lavoratore con contratto di lavoro a tempo indeterminato e a 10.012 euro per un lavoratore con contratto di lavoro interinale.

Legge olandese sull'assicurazione sanitaria
È obbligatorio per tutti i residenti nei Paesi Bassi e tutti i dipendenti soggetti all'imposta salariale olandese essere coperti dalla legge olandese sull'assicurazione sanitaria (Zorgverzekeringswet) e avere una polizza assicurativa sanitaria obbligatoria. Per i dipendenti il ​​contributo sarà composto da:

  1. un contributo nominale di circa EUR 1.522 (di cui EUR 385 a proprio carico), da versare alla compagnia di assicurazione sanitaria, e

  2. un contributo relativo al reddito (6,7% sul reddito fino a un massimo di 59.706 EUR, con un massimo di 4.200 EUR), a carico del datore di lavoro da versare alle autorità fiscali olandesi.


Tassazione delle persone giuridiche

L'imposta sul reddito delle società è applicata agli utili di alcune società, per esempio società per azioni (NV) e a responsabilità limitata (BV). Fondazioni e associazioni possono anche essere soggetti d'imposta, se esercitano attività d'impresa. Le aliquote dell'imposta sul reddito societario nei Paesi Bassi sono progressive dal 20 al 25%. Con un reddito imponibile fino a 200mila euro l'aliquota è ridotta ed è del 20%. Se il reddito imponibile supera i 200mila euro l'aliquota scatta al 25,5%. Da sottolineare che le aliquote sono applicate per scaglioni di reddito piuttosto che sul profitto della società nel suo complesso. Di conseguenza una società con un reddito imponibile di 250mila euro viene tassata al 20% sui primi 200.000 euro e al 25,5% sui rimanenti 50mila euro.

 
L’Imposta sul valore aggiunto

Sono soggetti passivi IVA tutti i soggetti che esercitano un'attività economica in maniera indipendente. L'imposta si applica su una base imponibile costituita dal corrispettivo delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi con le seguenti aliquote: aliquota standard del 21%; aliquota ridotta del 6%, prevista per cessioni di specifici articoli, quali generi alimentari, prodotti farmaceutici, libri e giornali; aliquota zero per esportazioni e cessioni intracomunitarie.

Accise e dazi doganali
Alcuni prodotti di consumo espressamente indicati dalla legge sono soggetti ad accisa. Tra di essi, superalcolici, sigarette e vino. Le imposte doganali sono dovute in caso di importazioni, ovvero di acquisti di beni effettuati da operatori ubicati in Paesi non appartenenti all'Unione europea. L'importo dovuto viene determinato sulla base delle tariffe doganali. Il dazio viene pagato al più tardi l'ultimo giorno del mese successivo a quello in cui i beni sono stati immessi in consumo. Nel caso di importazioni dirette al più tardi il giorno 15 del mese successivo a quello in cui l'importazione ha avuto luogo.

Dichiarazione e obblighi strumentali
Ai fini della tassazione delle persone fisiche, la dichiarazione dei redditi deve essere presentata entro il primo aprile dell'anno successivo all'anno d'imposta. Se l'Amministrazione fiscale non riceve la dichiarazione in tempo utile provvede a trasmettere al contribuente un sollecito. Chi vive nei Paesi Bassi soltanto un periodo dell'anno, perché si è trasferito o è emigrato, non può presentare la dichiarazione dei redditi per via telematica ma deve utilizzare il modulo M. La CU italiana ha il suo equivalente in Olanda nello Jaaropgaaf che il contribuente riceve dal datore di lavoro e in cui sono riportati tutti i dati necessari ai fini della dichiarazione, l'imponibile e le tasse da pagare.
Ai fini della tassazione delle persone giuridiche le società di capitali (NV), a responsabilità limitata (BV) sono tenute a presentare la dichiarazione dei redditi delle imprese in formato elettronico all'Amministrazione fiscale entro sei mesi dalla fine dell'anno finanziario. Nella dichiarazione devono essere indicate tutte le informazioni necessarie per stabilire gli utili imponibili della società. In particolare lo stato patrimoniale, il conto profitti e perdite e qualsiasi altra informazione chiesta dall'Amministrazione nazionale. I documenti contabili devono essere conservati per almeno sette anni.

LA NOSTRA PRESENZA NEI PAESI BASSI

La nostra sede di Amsterdam può contare sul supporto di uno studio di Commercialisti e Revisori fondato nel 2000 composto da 3 Partners oltre a uno staff di 8 persone che operano quotidianamente negli ambiti della revisione, elaborazione delle buste paga, contabilità, assistenza fiscale e compliance. 

Necessiti di supporto nei Paesi Bassi?

 
Contattaci

0363 360254

info@studio-bcs.com

Persona Controllo del telefono